Con il Fair play il CHIEVO VERONA batte il PARMA 2-0


CASTIGLIONE DELLE STIVIERE –  Partita onesta del Chievo che batte per due reti a zero un altrettanto onesto Parma. Ritmi lenti ma il caldo ha impegnato fuori misura i contendenti. Amichevole di lusso che oppone i veneti al Parma. La partita si doveva giocare nel centro sportivo di Veronello, è stato poi spostata a Castiglione delle Stiviere, in provincia di Mantova, dove le due squadre si sono affrontate sul terreno di gioco del San Pietro Lusetti con organizzazione proprio da parte dei ducali. Stagione che comunque dovrà essere significativa quella per la squadra emiliana che dopo il fallimento dell’estate 2015 è ripartita con tanto entusiasmo. Una società del tutto nuova e un girone di Serie D guidato dall’inizio alla fine. Anche questa amichevole serve ad Apolloni per preparare l’esordio in Coppa Italia di Lega Pro che avverrà il prossimo 7 agosto. Entusiasmo, follia positiva di Erasmo ed ambiente societario con il Plus incorporato. Sul campo opposto il benckmark cui il Parma si riflette: il Chievo Verona. La squadra di Maran dotata di una compostezza sportiva da sfiorare il fair play panathleta ancora alla ricerca della forma finalizzata ad un campionato corretto e almeno da metà classifica. Chievo senza Nicola Rigoni, che nell’amichevole di Rovereto col Cittadella ha riportato una distorsione tibio-tarsica sinistra con infrazione del malleolo peroneale.

Inizia la partita in leggero ritardo. Il Chievo si presenta con una panchina di 13 giocatori e con una nutrita schiera di tifosi con cori da massima serie. I veneti si proiettano subito in avanti e bombardano la porta avversaria. La pressione continua per alcuni minuti. Il Parma cerca di correggere il pressing troppo approssimativo. Gobbi ora anticipa su Caruso con convinzione ma inutilmente perché Meggiorini insacca la porta Reggiana al 6’ pt..La disposizione romboidale di Maran è funzionale. Al 10’ pt punizione di Corapi che impegna Seculin con un tiro ad effetto. È sempre Corapi che nel minuto successivo impegna il portiere avversario. Dal 15esimo il caldo e l’afa frenano i ritmi della partita. Il calo di intensità avvantaggia addirittura il Parma che ha meno pressione dai veneti. Le due punte Evacuo e Nocciolini, neo acquisti, hanno più spazio per i rientri. Primo cambio al 29’ pt per il Parma: esce Evacuo per dare la posizione a Guazzo. Applausi del pubblico per uno scambio in area fra il nuovo entrato e Corapi. Al 35’ pt Pelissier, non in evidenza nei primi trenta minuti, viene anticipato dal portiere avversario che non si fa sorprendere. Il primo tempo tempo termina senza recupero in vantaggio del Chievo che dopo la rete nei primi minuti non ha più prodotto azioni pericolose. La giornata caldissima influenza questa partita. Pochi cambi per le due compagini ad inizio ripresa. Intervento del direttore di gara per un fallo su Pelissier al 3’ st.. Primo calcio d’angolo della partita prodotto da un’azione personale di Inglese ma nulla di fatto dopo il tiro dalla bandierina. Inglese comunque mantiene la propria squadra in azione d’attacco coadiuvato dal redivivo Pelissier. I tamburi dei tifosi veronesi non hanno mai interrotto il proprio suono. Anzi sempre più in crescendo. Benassi e Giorgino per il Parma rilanciano la propria squadra. Successivo spazio per Pelissier che serve con frequenza. Può ripartire il Parma sulla sua fascia destra. Ritorno poi di Pelissier nell’area emiliana. Si producono azioni con una cadenza alternata: prima l’una poi l’altra squadra in sessanta secondi si presenta nell’area avversaria. Roberto Inglese rompe il giochino e segna per il Chievo il 2 a 0 al 18’ st presentandosi solo al portiere avversario. Sotto di due gol il Parma sembra arrendersi. Infatti nei 5 minuti successivi Pelissier da buona posizione tira oltre il palo destro.

 Guazzo sembra non perdere la concentrazione e cerca di rimediare ma non trova una collaborazione adeguata. I ritmi sono scesi e rallentati fra i contendenti ma non nella tifoseria veneta. Prima Darmian poi Pelissier dialogano con Inglese che sciupa. Ultima battuta di Bobb oltre la traversa. Ed ultima notizia: Calaiò è del Parma. Manca solo l’ufficializzazione della società, ma l’accordo è stato raggiunto. In mattinata l’attaccante sarà a Parma per le visite mediche.

PARMA (3-5-2): Coric (1’ st Fall); Benassi, Lucarelli (1’ st Baraye), Coly (1’ st Mazzocchi); Garufo, Corapi (1’ st Simonetti), Giorgino, Miglietta (1’ st Crescenzi, 40′ st Mastaj), Ricci; Nocciolini (1’ st Melandri), Evacuo (30’ pt Guazzo). A disp.: Saporetti, Messina, Scavone, Panciroli, Dodi. All.: Apolloni.

CHIEVO VERONA (4-3-1-2): Seculin; Frey, Spolli, Gamberini, Gobbi (1’ st Costa); Hetemaj (1’ st Depaoli, 33’ st Bobb), Radovanovic (1’ st Cacciatore), Izco (20’ st Damian); Birsa (1’ st Castro); Meggiorini (1’ st Inglese), Pellissier (33’ st Da Silva). A disp.: Sorrentino, Bressan, Dainelli, Sardo, Cesar, Cinelli, Lazarevic, Jallow. All.: Maran.

ARBITRO: Prontera di Bologna.

Guardalinee: Scarpa e Lombardi.

MARCATORI: 6’ pt Meggiorini (C), 19’ st Inglese (C).

NOTE: Temperatura 33º. Angoli 2-0 per il Chievo. Rec.: 0’ pt, 0’ st.
Pierumberto Angeli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...