La nobiltà dell’atletica leggera veronese a Tregnago al ristorante Michelin

La figura alata di Nike (si pronuncia Niche) è scesa a Tregnago e precisamente al ristorante Michelin. Già, la Vittoria ovvero il risultato di superiorità conseguito al termine di una guerra o battaglia o di
una gara sportiva. Nike (níːkɛː) come è noto è un personaggio della mitologia greca, personificazione della vittoria, che è per l’appunto la traduzione del termine greco νίκη: viene raffigurata come una donna con le ali, fatto da cui le derivano l’appellativo di Vittoria Alata. Tra i presenti: Allenatori: Walter Bragagnolo, Gianni Ghidini, Angelo Tagliapietra, Vittorio Foglino.

Azzurri: Luciano Zerbini, Gianni Modena, Loredana Fiori, Annamaria Lugoboni, Ata Bellamoli, Franca Pravadelli, Marina Zummo, Antonio Calabretta, Maria Cavallini, Rossella Pasqua di Bisceglie, Teresa Fiorini, Renzo e Sergio Visentini, Giancarlo Sartori, Edo Zocca, Angelo Perusi, Roberto Maroldi, Renzo Cristofori e tanti altri.

Tutti allineati e coperti gli oltre 150 atleti signore e signori di atletica leggera veronesi, giovani da più tempo, con i piedi sotto il tavolo. Prelibatezze a nastro continuo tra i ricordi, le imprese olimpiche e nazionali. Con il condimento e i profumi dell’amicizia “per sempre”. La fierezza era presente in ogni sguardo con il sorriso proiettato verso il commensale vicino. Una bella giornata dove ha vinto ancora la nobiltà dell’atletica leggera.

   
 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...