Un salvavita contro i terremoti. Un sismografo casalingo da poche decine di Euro

20110927-095710.jpg

Un’ invenzione da… leccarsi i baffi ma anche gli occhi le orecchie : un salvavita casalingo contro i terremoti. Per poche decine di Euro. A Peschiera sul Lago di Garda un geniaccio ha ideato e brevettato un sismografo semplice semplice che dovrebbe esserci in ogni appartamento nelle zone sismiche. È vero che esistono Centri preposti al bisogno per il monitoraggio dei terremoti ma volete mettere un sismografo casalingo che vi avvisa non appena la crosta terrestre si muove? Abbiamo purtroppo visto nell’ultimo terremoto dell’Aquila come è andata… Antonio l’ha creato. I prossimi passi sono la presentazione alla stampa e alla Protezione Civile, la presenza alle Fiere preposte, la commercializzazione e la produzione in larga scala.
Il sismografo è lo strumento che viene utilizzato per registrare i fenomeni sismici. Si distingue dal sismometro, strumento che effettua la sola misura e non la registrazione della stessa.
Il sismografo è costituito da una serie di elementi che consentono la rappresentazione grafica dell’andamento del segnale sismometrico nel tempo sotto forma di un sismogramma. Analizzando il sismogramma si può conoscere l’entità, la natura (con una singola stazione solo in modo parziale), e la distanza del sisma dal punto dove è avvenuta la registrazione del sismogramma stesso. Il sismografo deve dunque rappresentare fedelmente il movimento del suolo oppure le grandezze (accelerazione o velocità) con le quali si può in seguito estrapolare il movimento assoluto del suolo.

Pierumberto Angeli
pierumberto@gmail.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...